ESTE e dintorni: Villa Kunkler, Abbazia di Carceri….

  GIOVEDI 21 MARZO 2019

Proposta e guida: Diego Furgeri
Accompagnatrice:Flora Longo

 

Partenza da Modena Piazzale Manzoni ore  07:30
Ritorno     a Modena Piazzale Manzoni ore  20:00 circa

Quota individuale € 75 comprensiva di: Andata e ritorno in pullman GT e Ingresso e visite guidate come da programma

Pranzo libero ad Este

Prenotazioni entro il 28 febbraio 2019, salvo esaurimento posti disponibili.

Raggiungeremo Este via autostrada, ed inizieremo la visita della città partendo dal Castello scaligero; ci sposteremo poi nel centro storico, visitando il Duomo di Santa Tecla, per proseguire con il Gabinetto di lettura, luogo di incontro culturale e letterario inaugurato nel 1846.                                                                                                   


Villa Kunkler

Percorreremo quindi la piacevole camminata che dall’Arco rinascimentale del Falconetto conduce a Villa Kunkler, di cui visiteremo il giardino. Ex convento dei frati Cappuccini, e oggi proprietà Piccioni, è conosciuta anche come Villa Byron, in onore al famoso poeta inglese George Gordon Byron che vi ha soggiornato.
Ma non fu l’unico illustre ospite a dimorarci: la villa affittata da Byron fu infatti  abitata per un periodo, tra il 1817 e il 1818, da Percy Shelley, sua moglie Mary e la moglie di Byron, Claire Clermont. Una lapide murata accanto all’ingresso ricorda il soggiorno di Shelley che qui scrisse i capolavori “Giuliano e Maddalao”, il primo atto del dramma lirico “Prometeo liberato” e il poemetto “Versi scritti fra i Colli Euganei”. Dopo la metà del 1800 il complesso fu acquistato dalla famiglia di origini svizzere Kunkler. Eretta intorno al 1870 secondo una tipologia architettonica tipica dell’area alpina, colpisce subito per il suo singolare prospetto la scuderia – che si nota anche dall’esterno – voluta dal barone Kunkler: le strutture lignee sono opera raffinata del cadorino Valentino Panciera detto ”Basarel”, espertissimo scultore in legno che aveva bottega a Venezia. La Villa, invece,  ha la disposizione dei volumi a “U”, attorno ad una corte.  Di particolare pregio il parco che la circonda.

 Abbazia di Carceri

 Dopo il pranzo libero ad Este ci trasferiremo a Carceri, per la visita della omonima Abbazia che conserva due meravigliosi chiostri, uno romanico ed uno tardo-rinascimentale, la chiesa, il refettorio, e le principali strutture di servizio dell’ex monastero.

Partecipanti: minimo 15 – massimo 28
Cellulare accompagnatrice (solo per il viaggio): 333 1085931

puoi scaricare il promemoria ESTE