CARRARA: Mostra “Colori e forme del lavoro”   e
COLONNATA: capitale del marmo e del lardo

  Sabato 13 ottobre 2018

  Accompagnatore: Alberto Bertozzi

Partenza da Modena, piazzale Manzoni, ore 07:00
Ritorno a Modena piazzale Manzoni ore 20:00 circa

Pranzo a Colonnata

LA MOSTRA
Il mondo del lavoro nell’arte italiana tra l’Unità d’Italia e la Grande Guerra: la mostra “Colori e forme del lavoro, da Signorini e Fattori a Pellizza da Volpedo e Balla”, ospitata a Palazzo Cucchiari a Carrara, consta di 56 opere, suddivise in 8 sezioni dedicate, da quella sul lavoro domestico all’emarginazione sociale e all’emigrazione. Le opere, provenienti da collezioni pubbliche e private italiane, spaziano dalla pittura macchiaiola attraverso il verismo e le suggestioni simboliste fino alle prime avvisaglie delle avanguardie: da Fattori a Morbelli, da Signorini a Pellizza da Volpedo, in mostra con un grande disegno preparatorio del Quarto Stato, da Vincenzo Vela, di cui è esposto il Monumento alle vittime del lavoro, fino a Giacomo Balla, pre – futurista.
Al termine breve visita accompagnata al Duomo di Carrara, dedicato a Sant’Andrea Apostolo, fulcro della città antica, cresciuta nel Medioevo raccolta intorno al maestoso edificio di culto, costruito dall’XI al XIV secolo utilizzando interamente i pregiati marmi apuani, con varie influenze toscane e lombardo-parmensi. Le prime notizie riguardanti risalgono al 1035, ma l’edificio viene ultimato nel 1395 attraversando tre fasi costruttive. Della prima dell’XI secolo restano poche tracce solo in alcuni elementi di decoro della facciata, come il portale laterale, mentre la seconda fase del XII secolo ha lasciato il colonnato, le finestre decorate con motivi floreali e con il tipico bestiario medievale. Lo splendido rosone centrale e il loggiato in stile gotico invece risalgono alla terza fase di costruzione del Duomo, nel XIV secolo. L’interno del Duomo, molto suggestivo, presenta opere di notevole pregio artistico, come ad esempio il gruppo scultoreo dell’Annunciazione (XIV secolo), comunemente noto come “Le Cassanelle”, in stile gotico francese.

Al termine, trasferimento a Colonnata, a pochi km. dalla città, per il pranzo.

Colonnata si trova nelle immediate vicinanze delle cave di marmo, che se possibile visiteremo dall’interno. Colonnata è anche famosa per la lavorazione del lardo, una tradizione che risale al medioevo. Visiteremo una larderia e volendo faremo anche qualche acquisto.

Nel tardo pomeriggio partenza e rientro a Modena, con arrivo previsto alle ore 20:00.

                                

Partecipanti: minimo 20 – massimo 30

per promemoria PROPOSTA Carrara mostra e cave