ETIOPIA –  FASIKA – PASQUA COPTA   LA ROTTA STORICA E IL TIGRAI (28 MARZO A 10 APRILE)

ACCOMPAGNA Prof. Enzo Capizzi

PROGRAMMA:

1° giorno 28 marzo – mercoledì –
Modena P. Le Manzoni ritrovo nel pomeriggio e trasferimento con bus privato per Milano Malpensa. Partenza con volo Ethiopian Airlines 727 alle 22.10

2° giorno 29 marzo – giovedì – Addis Abeba
Arrivo ad Addis Abeba alle 06.20, incontro con il nostro rappresentante, colazione e transfer in hotel.
Visita della città: dal museo Nazionale, che conserva i resti fossili di Lucy, antica progenitrice ominide vissuta 3.5 milioni di anni fa, la cattedrale di san Giorgio, il Taitu Hotel, la zona chiamata Mekato.

3° giorno 30 marzo – venerdì – Addis  Macalle Gheralta (100 KM 2 ore circa)
Al mattino presto transfer in aeroporto e volo per Makalè. Proseguimento per Gheralta, nome di un Amba, montagna tipica della regione del Tigrai con la cima piatta e le pareti quasi verticali. Lungo la strada visita delle chiese: Abhraha Atseha (10 min cammino) è una chiesa  ipogea risalente  tra il 7° al 11° secolo.
È dedicata ai fondatori del cristianesino etiopico Re Esana e suo fratello Sezana. Si racconta che vi sia conservata la croce  appartenuta a Frumezio il primo vescovo della chiesa copta etiopica. Affrescata con dipinti ben conservati. Arrivo al lodge e nel pomeriggio visita alla chiesa di Mariam Papaseity risalente al periodo gondariano raggiungibile con una camminata di circa 40 min. in una deliziosa valletta.
Cena e pernottamento in Hotel.

4° giorno 31 marzo – sabato – Gheralta Axum (128 KM  3 ore circa)
Partenza la mattina per Axum e visita lungo la strada del tempio della Luna a Yeha, costruito da una popolazione di Sabei in epoca pre-cristiana e successivamente utilizzato come basilica. Si visita anche la piccola chiesa- museo. Nell’area archeologica si visitera’: le steli, monoliti di granito di epoca pre-cristiana decorate con incisioni simboliche; la necropoli di Keleb, dove si trovano le tombe gemelle del re Keleb e di suo figlio, finemente decorate ed il museo, che conserva una raccolta di iscrizioni in lingua sabea e ge’ez, alcune risalenti a 2500 anni fa, la Chiesa di Santa Maria di Zion, splendido esempio di architettura tradizionale, all’interno della quale ci sono interessanti affreschi e la cappella dove viene gelosamente custodita la famosa Arca dell’Alleanza (non e’ consentito l’accesso). Infine il Bagno della Regina Saba: un’ampia vasca, a quanto sembra, non utilizzata per fare il bagno ma solamente come risorsa idrica. Nel pomeriggio inizio delle celebrazioni per la festa di Hosana che si svolge nel piazzale antistante alla chiesa di St Maria di Tsion. Nel pomeriggio processione fino al parco degli steli.
Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in hotel.

5° giorno 01  aprile – domenica – Axum Hosana
La mattina celebrazione  della festa di Hosana che celebra l’entrata di Gesu a Gerusalemme. Nel pomeriggio si proseguono le visite ad Axum, la stele di Ezana e la leonessa di Godera.
Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in hotel.

6° giorno 02 aprile – lunedì – Axum Gondar
Prima colazione e trasferimento in aeroporto, volo per Gondar, arrivo e sistemazione in Hotel. Nel pomeriggio si inizia la visita della città: Gondar, la ‘città dei castelli ’, considerata la Camelot d’Africa. Nel XVII secolo i re d’Etiopia, la dinastia di Fasilladas, la scelse come prima capitale dell’impero etiope, che ha avuto inizio nel 1632: qui si possono ammirare una dozzina di castelli costruiti da diversi imperatori in 236 anni. Sembra un pezzo d’Europa trasferito in Etiopia e riflette influenze islamiche ed europee. Si visiterà il Recinto Imperiale, con i suoi castelli reali e le alte mura in pietra lungo le strade, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ed in particolare il Palazzo di Fasiladas, il castello più antico e spettacolare che si eleva per 32 m e ha un parapetto merlato e quattro torrette a cupola. Costruito con pietre digrossate, il palazzo viene attribuito ad un architetto indiano e rappresenta un’insolita sintesi di influenze indiane, portoghesi, moresche e aksumite. Pranzo in ristorante, cena e pernottamento in hotel.

7° giorno 03 aprile – Martedì – Gondar BahirDar (185 Km c.a. 3,30 ore)
La mattina Si proseguiranno le visite con la Chiesa di Debre Berhan Selassie, situata sulla sommità di una collina e circondata da mura fortificate. Piena di tutto il colore, la vita, la vivacità e l’umanità dell’arte etiopica, le decorazioni di questo edificio forniscono un compendio dell’iconografia e della cultura locali. L’ultima visita della giornata è ai Bagni di re Fasilidas: un affascinante, piccolo palazzo costruito in mezzo ad una piscina (tenuta vuota per tutto l’anno e riempita solo per la festa di Timkat, Epifania etiope) sul cui perimetro si innalzano alberi plurisecolari. Nel pomeriggio trasferimento a Bahir Dar. Pranzo in ristorante cena e pernottamento in hotel.

8° giorno 04 aprile – mercoledì – BahirDar   
BahrDar, ossia “la porta del mare”, è una piacevole cittadina sulle sponde del lago Tana dove si trova la sorgente del Nilo Azzurro. Mattinata dedicata alla navigazione sul Lago Tana, ricco di chiese e monasteri di grande interesse storico; le isole del lago  sono anche  coperte da una bella vegetazione tropicale e piantagioni di caffè. Il lago infatti è disseminato da 37 isolette sulle quali si trovano chiese e monasteri, riconosciuti come Patrimonio dell’Unesco. Nella penisola Zeghè, dove abbondano le piantagioni di caffè, si visita la chiesa di Beta Maryam; e alla fine la grande Ura Khidane Meret, il cui splendido santuario è decorato con affreschi che rappresentano un compendio dell’iconografia religiosa etiope. Nel pomeriggio gita alle cascate del Nilo Azzurro. Il lago Tana ha per emissario il Nilo azzurro, che da esso ha origine verso Sud, formando, dopo un tratto di qualche km, le cascate del Nilo Azzurro. Al momento, la costruzione di una diga ha reso meno rigogliosa e possente la caduta delle acque, ma rimane interessante la passeggiata nell’ambiente naturalistico attraverso cui si raggiungono le cascate.
Pranzo in ristorante, cena

e pernottamento in hotel.

 

 

 

 

 

9° giorno 05 aprile – giovedì – BahirDar Lalibela        via terra (300 km  6 ore)
Partenza per Lalibela su una strada che attraversa l’altopiano etiopico abitato dalla popolazione Amara. La strada è ora asfaltata al 90%. Prima di arrivare a Lalibela sosta alla chiesa di Nakutlab costruita in una bella grotta naturale dal re Nakutlab, nipote del re Lalibela. Pranzo in ristorante cena e pernottamento in hotel

10° giorno 06 aprile – venerdì – Lalibela
La mattinata è dedicata alla visita del complesso delle chiese rupestri, straordinarie opere monolitiche tagliate nella roccia e collegate da un dedalo di gallerie, costruite durante il regno del re di Lalibela e degli altri sovrani della dinastia Zagwe, nel XII sec. La possente chiesa di MedhaneAlem, la piccola e venerata Beta Maryam, le cappelle rupestri Beta Dangal e Maskal costituiscono, assieme alle chiese gemelle Beta Mikael e Beta Golgotha ed all’inaccessibile Cappella della Trinità, il complesso del gruppo settentrionale. Il letto di un torrente, scavato nella roccia e ribattezzato Fiume Giordano, separa queste chiese dal gruppo meridionale: la basilica di Beta Gabriel e Rafael, Beta Mercurios, la minuscola cappella Beta Lehem, la monolitica Beta Emanuel, di stile axumita, ed il santuario ipogeo Beta Abba Libanos. Poco distante, isolata, sta la chiesa più bella, Beta Giorgis, la più fotografata. Celebrazioni del venerdì Santo.
Pranzo in ristorante cena e pernottamento in hotel.

11° giorno 07 parile – sabato – Lalibela Fasika
Visita del mercato e del villaggio e la sera e durante la notte celebrazione della Pasqua ortodossa etiope Fasika

12° giorno 08 aprile – domenica – Lalibela

La mattina partenza da Lalibela per la visita della chiesa di Imrahana Christos costruita dal re Imrahana che significa “Cristo ci guidi”. La chiesa costruita in un’ampia grotta naturale è uno degli esempi più belli del così detto stile axumita.

13° giorno 9 aprile – lunedì – Lalibela Addis  
La mattina transfer all’aeroporto e volo per Addis Abeba arrivo e tempo libero per gli ultimi acquisti. Alcune camere a disposizione fino alle 19:30) cena e trasferimento all’aeroporto per il rientro in Italia alle 23.55 con volo ET 702, arrivo previsto a Milano Malpensa ore 09.20 del giorno 10. Bus privato per Modena

 

COSTI: QUOTA DI PARTECIPAZIONE

 minimo 25 partecipanti  euro 2.900
Minimo 20 partecipanti          € 2.950
Minimo 15 partecipanti           € 3.000
Supplemento singola               €    300

MODALITÀ PAGAMENTO:

ACCONTO euro 700  entro il 15 Dicembre 2017
SALDO ……………….          entro il 05 Febbraio 2018

La quota include:

  • voli di intercontinentali e domestici Ethiopian Airlines
  • tasse aeroportuali di € 253 da riconfermare al momento dell’emissione del biglietto
  • visto d’ingresso
  • hotel 3 e 4 stelle
  • guida parlante italiano
  • spostamenti in bus
  • ingressi nei musei e nelle chiese
  • gita sul lago Tana in barca privata
  • trattamento di pensione completa comprensivo di acqua minerale
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento viaggio

1 zainetto per persona per camere singole e doppie, 1 per camera matrimoniale

La quota NON include:

bevande alcoliche
ingressi per videocamera
mance

DOCUMENTI NECESSARI:

-passaporto valido 6 mesi dalla data di rientro e visto consolare rilasciato all’arrivo, ma previa richiesta online di cui si occuperà l’agenzia

Organizzaione tecnica: Alinviaggi via P.Giardini 517/b  41121 Modena tel. 059352861 Aut.Prov.le n.253